28
mag
2017
  • NAAA App
NAAA Onlus

Stop al bullismo, prosegue la campagna

Continua l'impegno del NAAA verso la sensibilizzazione sui rischi del web, con un occhio di riguardo alle vittime di violenza

Stop al bullismo, prosegue la campagna
13 feb 2017

Stop al bullismo, senza se e senza ma. Prosegue l'impegno del NAAA verso la sensibilizzazione sui rischi del web, con un occhio di riguardo al bullismo e alla violenza in genere nei confronti dei minori e delle vittime di discriminazione. Un percorso iniziato a settembre 2015 con lo speciale su Facebook, proseguito poi con l’approfondimento sul bullismo a giugno 2016 fino ad arrivare al seminario “Allerta Social in occasione della festa di settembre dello scorso anno a Verona. Il primo passo – spiega la responsabile Formazione, Claudia Perelloè una corretta e aggiornata informazione. Tutti siamo connessi e facciamo continua ricerca, spesso il risultato finale è di essere iperinformati ma anche iperconfusi, senza più riuscire a sciogliere la matassa. Nonostante il 91,9% dei giovani italiani – secondo gli ultimi dati Censis sia connesso, l'analfabetismo informatico e multimediale è ancora molto alto ed è proprio in questo analfabetismo che si corre il rischio più alto di essere intrappolati nella rete e nella reale vita quotidiana. Il percorso, quindi, continua: il bullismo coinvolge una quota significativa dei ragazzi e riguarda sia i maschi che le femmine. Occuparsi di bullismo è una priorità: anche laddove non viene registrato, può essere un’occasione per poter insegnare l’arte di star bene con gli altri.