19
set
2017
  • NAAA App
NAAA Onlus

Cai, pubblicati i dati del 2014 e 2015

Dopo una lunga attesa, arriva il report della Commissione Adozioni Internazionali

Cai, pubblicati i dati del 2014 e 2015
04 mag 2017

Dopo una lunga e trepidante attesa, è stato finalmente pubblicato il rapporto della Commissione per le Adozioni internazionali – realizzato in collaborazione con l’Istituto degli Innocenti – relativo al periodo che va dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2015. Un report in cui emerge come l’Italia sia, ancora una volta, il primo Paese di accoglienza in Europa ed il secondo nel mondo dietro soltanto agli Stati Uniti d’America per numero di bambini adottati. Ma non solo: l’Italia nel 2015 risulta il primo Paese con il più alto tasso di adozioni sulla popolazione residente davanti a Svezia e Canada. Se nel 2014 i minori accolti dalle famiglie italiane erano stati 2.206, il numero sale a 2.216 nel 2015. In quest’ultimo dato, però, sono comprese anche le autorizzazioni all’ingresso dei 152 bambini della Repubblica Democratica del Congo, quando poi i permessi di uscita da parta della Direzione Generale delle Migrazioni sono stati emessi per 7 minori nel 2015 e per gli altri 145 minori nel primo semestre del 2016. Tra quest’ultimi ci sono anche i 7 bambini, arrivati a maggio dello scorso anno, accolti da 5 famiglie che si sono affidate al NAAA. Oggi sono 62 gli enti autorizzati presenti in Italia: stando alle autorizzazioni all’ingresso di minori secondo l’ente scelto dai genitori, il NAAA si trova tra i primi dieci enti nel 2015, esattamente al terzo posto. E sono appena 14 – quindi meno di un quarto del totale – gli enti che, sempre nello stesso anno, sono riusciti a trovare una famiglia in Italia a più di 50 bambini. Nei prossimi giorni pubblicheremo e analizzeremo nel dettaglio i dati relativi ai Paesi di provenienza dei bambini, quelli relativi alle caratteristiche dei minori e soprattutto l’aspetto legato agli “special needs”