18
ago
2017
  • NAAA App
NAAA Onlus

"Per chi suona la campanella" grazie al 5 per mille

Con le donazioni arrivate in questi anni il NAAA ha potuto acquistare materiale scolastico per i bambini che vivono nell'istituto di Kompong Thom, in Cambogia

"Per chi suona la campanella" grazie al 5 per mille
15 mag 2017

Donare il 5 per mille è importante. Grazie alle tante elargizioni, il NAAA ha potuto sostenere – tra gli altri – il progetto “Per chi suona la campanella” in Cambogia. Il Kompong Thom Orphanage è stato costruito nel 1979, subito dopo la fine del regime dei Khmer Rossi. Inizialmente si prendeva cura di trecento bambini orfani che vivevano in un paio di edifici costruiti dal Governo. Sin dall’inizio la missione era quella di proteggere i diritti dei minori, specialmente di quelli più vulnerabili e di coloro che erano stati abbandonati. L’obiettivo è mettere in atto ogni azione utile a fornire educazione, salute e ambiente familiare a tutti i bambini che vivono all’interno dell’orfanotrofio. Attualmente l’istituto di Kompong Thom ospita cento bambini ed è formato da diverse “case” dove i minori vivono accuditi da un‘unica assistente, riproducendo in questo modo un normale ambiente familiare. L’orfanotrofio offre ai ragazzi moltissime attività sportive: pallavolo, pallacanestro e calcio oltre a corsi di musica e danza tradizionale cambogiana. Inoltre vengono organizzati corsi di perfezionamento e sostegno di matematica, fisica, chimica, inglese e francese. Lo Stato cambogiano sostiene circa metà delle spese dell’istituto e alcune associazioni internazionali, tra cui il NAAA, contribuiscono al sostentamento dei bambini. Sono circa 50 i bambini che ogni anno frequentano la scuola del villaggio, dal 1 al 12° grado. Lo Stato cambogiano fornisce i libri di testo e l’istituto provvede a pagare le tasse scolastiche e la divisa, obbligatoria. A partire dal 2013 il NAAA si è impegnato all’acquisto del materiale scolastico e in particolare di quaderni, penne, matite, righelli e strumenti geometrici e zaini. Tutto questo grazie anche alle donazioni arrivate attraverso il 5 per mille.