17
ott
2017
  • NAAA App
NAAA Onlus

Un nuovo sostegno a distanza in Togo

Con meno di un euro al giorno, si potrà aiutare un bambino ad andare a scuola, ricevere cibo e cure mediche

Un nuovo sostegno a distanza in Togo
19 lug 2017

Da pochi giorni è attivo un nuovo sostegno a distanza in Togo, che permetterà a un bambino orfano di frequentare la scuola e ricevere cibo e cure mediche. Si tratta di bambini orfani o abbandonati che vivono a Aneho, l’antica capitale del Paese africano. Il Togo è in ge­nerale un Paese in grande difficoltà. Il reddito annuo pro capite è di circa 330 dollari. Il 30 per cento della popolazione vive con meno di un dollaro al giorno e l’aspettativa di vita è di 44 anni. Il problema sociale più grave è l’Hiv-Aids: si stima che il 6 per cento della popolazione sia sieropositiva. Altro gravissimo problema è la malaria. In Togo l’educazione scolastica è inadeguata, anche se il Governo cerca faticosamente di migliorare la situazione. L’istruzione prima­ria è obbligatoria e, in teoria, gratuita. La scuola inizia a 6 anni e a 12 anni comincia la scuola secondaria composta da due cicli di 4 e 3 anni, ma solamente il 23 per cento dei ragazzi può accedervi. La scuola primaria dovrebbe essere gratuita, ma ogni scuola è libera di imporre tasse per il pagamento degli insegnanti. Inoltre è obbligatoria la divisa. Sono numerosi i bambini, ancora più le bambine, che non possono permettersi il “lusso” di frequentare la scuola. L’istruzione è la chiave per rompere il ciclo della povertà: per aiutare un bambino in Togo, è possibile attivare un sostegno a distanza e, con meno di 1 euro al giorno, si potrà cambiare la sua vita. Per maggiori informazioni: www.naaa.it/modules.php?name=Sad&op=progetto&id=257&siteid=7#.WV4V8IjyjIU