17
ott
2018
  • NAAA App
NAAA Onlus

"Le parole per raccontarsi", secondo incontro a Samugheo

Dopo "Il mondo dei bambini adottati", sabato 5 maggio si parlerà di "Accogliere e condividere la loro storia"

"Le parole per raccontarsi", secondo incontro a Samugheo
04 mag 2018

L'appuntamento dedicato a “Il mondo dei bambini adottati” ha aperto, sabato 14 aprile nella sala parrocchiale di Samugheo, il ciclo di incontri inserito all'interno del progetto "Le parole per raccontarsi", rivolto a insegnanti di scuola primaria e secondaria di primo grado, dirigenti scolastici, educatori, catechisti, genitori adottivi e coppie in attesa interessati a riflettere, acquisire informazioni e strumenti operativi atti a consolidare la capacità di accogliere e valorizzare i bambini adottati e le diversità in genere. L’incontro, aperto dai volontari Giovanni Urru e Simone Tatti, è stato condotto dalle dottoresse Cinzia Flore e Daniela Vargiolu, psicologhe del NAAA: alla mattinata hanno partecipato una trentina di persone. L’intervento della dottoressa Flore si è focalizzato sul necessario rapporto tra scuola e famiglia e sull’importanza educativa della scuola nei confronti dei bambini adottati. La dottoressa Vargiolu ha trattato il tema della resilienza: in che modo il bambino fa fronte al trauma e di quali risorse si avvale. I partecipanti sono stati invitati più volte a intervenire. Grande coinvolgimento del pubblico, soprattutto quando si sono trattati argomenti quali i punti di forza del bambino persuperare il trauma dell’abbandono. A concludere i lavori, infine, è stato il responsabile della sede Sardegna, il dottor Antonio UrruSabato 5 maggio, sempre alle 10, si replica con il secondo incontro dal titolo "Accogliere e condividere la loro storia" nella sala parrocchiale di piazza Sedda 3, a Samugheo. Per maggiori informazioni, è possibile contattare la sede NAAA Sardegna al numero 0783.649282 oppure scrivendo una mail a sardegna@naaa.it.