16
gen
2019
  • NAAA App
NAAA Onlus

Chi siamo

Storia dell'ente e mission

Cosa facciamo

Incontri con le autorità estere

Adozione Internazionale

I principi ispiratori che animano l’Associazione sono gli stessi che chiediamo di condividere alle coppie che ci affidano l’incarico per la loro adozione, ossia:

  • il riconoscimento al bambino “della dignità di persona”;
  • il diritto alla famiglia, indipendentemente dalla provenienza geografica, dalla condizione sociale, dal credo religioso, dall’età e dal gruppo di provenienza etnica;
  • il diritto all’educazione, all’alimentazione ed alla salute psico-fisica

Ne deriva quindi la totale adesione ai principi ispiratori della Convenzione dell’Aja, fatti propri dal legislatore italiano con la legge di ratifica n. 476/98:

  • principio di sussidiarietà all’adozione (ex art. 4 lett. b) che dispone che nell’individuazione del miglior interesse del minore siano privilegiate le possibili soluzioni di sistemazioni alternative all’adozione internazionale nel Paese d’origine.

Invece non esiste il diritto al bambino, ma alle famiglie che intendono adottare è richiesta un’ampia disponibilità all’accoglienza. Per essere certi della comprensione e condivisione dei principi ispiratori, al fine di poter validamente conferire mandato, l’Ente chiede la sottoscrizione di specifiche schede che formano parte della documentazione preliminare, senza esclusione alcuna.

Adozione internazionale

Progetti di cooperazione internazionale

Cooperazione e sviluppo

L’attività di cooperazione si rivolge a tutti i bambini che vivono in condizioni di difficoltà e privazioni, sia attraverso interventi a favore di minori ospiti di istituti che all’interno del nucleo familiare d’origine, ed è finalizzata alla predisposizione di interventi diretti a garantire la soddisfazione di bisogni primari (alimentari, sanitari, scolarizzazione e formazione professionale di adolescenti). Le attività svolte all’interno degli Istituti riguardano da un lato la cura dei bambini (assistenza sanitaria, alimentare e scolarità) senza però dimenticare lo sviluppo psicologico dei bambini attraverso azioni mirate ad una crescita armonica della personalità. Gli interventi, inoltre, possono essere mirati alle famiglie tramite partecipazione a corsi di formazione professionale e realizzazione di attività produttrici di reddito nei confronti soprattutto delle madri sole. L’attività viene strutturata e organizzata da un’équipe locata presso la sede distaccata di Arconate. Tutti gli interventi vengono definiti in accordo con le Autorità Centrali dei Paesi esteri le quali hanno diretta conoscenza delle problematiche delle fasce deboli della popolazione. L’équipe in Italia si coordina all’estero con professionisti o con ONG locali o altre Associazioni.

I progetti vengono realizzati su proposta di ONG locali o organismi internazionali (OMS/WHO, PAM/WFP, UNICEF) e quindi si collocano in un ambito di reali necessità del paese e di ottima conoscenza della condizione dell’infanzia nella specifica realtà in cui si opera. Il NAAA è operativo con i progetti sia nei Paesi in cui l’Ente è accreditato sia in altri Paesi in difficoltà.

Cooperazione e sviluppo

Sostegni a distanza

Sostegno a distanza

I sostegni a distanza hanno lo scopo principale di prevenire l’abbandono di minori che vivono in situazioni di estrema vulnerabilità: orfani di uno o entrambi i genitori, minori che vivono con tutori. Oltre a garantire la sussistenza tramite distribuzione di alimenti e generi di prima necessità, il N.A.A.A. interviene nel sostegno scolastico dei minori, attraverso il pagamento delle rette e l’acquisto di materiale scolastico. Il sostegno a distanza permette al minore di continuare a vivere nel proprio paese di origine e, dove possibile, nella propria famiglia garantendo un livello di vita accettabile. In quest’ottica, il sostegno a distanza offre un sostegno economico mirato al singolo bambino per permettere anche ai meno abbienti, soprattutto alle bambine, di seguire un ciclo di studi completo e di trovare un dignitoso inserimento lavorativo. Gli interventi di sostegno hanno come obiettivo, similarmente ai progetti di sussidiarietà, il soddisfacimento dei bisogni primari: alimentari, sanitari, scolarizzazione e formazione professionale di adolescenti.

Sostegno a distanza