25
nov
2017
  • NAAA App
NAAA Onlus

Come fare

Restituzione o revoca del mandato

L’iter adottivo e/o l’incarico possono interrompersi per alcune cause e tra le più comuni citiamo:

  • perdita dei requisiti di legge nel caso il decreto venga revocato dal Tribunale per i Minorenni;
  • adozione nazionale, adozione nazionale a rischio, affidamento;
  • non concordanza sulla scelta del Paese;
  • rifiuto proposta d’adozione non sufficientemente motivato;
  • accertamento stato gravidanza, indipendentemente dall’esito;
  • ingiustificato ritardo nella produzione del dossier per l’estero o suo aggiornamento;
  • mancata partecipazione ai corsi o agli incontri con i professionisti dell’ente;
  • separazione, decesso di un coniuge;
  • sfiducia nell’Ente;
  • interferenza durante il percorso di soggetti non autorizzati;
  • condanne sopraggiunte, ecc...

In caso di revoca o restituzione/dismissione dell’incarico, generalmente le vertenze si aprono per rivendicazioni economiche. Più in generale quando interviene una revoca o una restituzione la famiglia non avrà diritto alla restituzione delle somme erogate e già spese o impegnate dall’Ente.

L’Ente ha definito scadenze e modalità di pagamento avendo verificato che le stesse corrispondono alle varie fasi di spesa, anche allo scopo di non ricevere fondi di cui non prevede l’utilizzo immediato. Inoltre, poiché una parte dei servizi erogati dall’ente potrebbero essere stati forniti senza copertura preventiva dei costi, in caso di interruzione della procedura dovranno essere rimborsate le spese dall’Ente sostenute per la specifica assistenza svolta.

In caso di revoca o dismissione del mandato i costi bonificati potranno essere restituiti alle seguenti modalità:

COSTI FORMAZIONE

ENTRO 8 GIORNI DALL'INIZIO DEL PRIMO INCONTRO Verrà restitutita il costo totale se la revoca viene inoltrata con comunicazione scritta alla sede centrale.

ENTRO 7 GIORNI DALL'INIZIO DEL PRIMO INCONTRO Verrà restitutito il 50% del costo totale se la revoca viene inoltrata con comunicazione scritta alla sede centrale.

DOPO L'INIZIO DEL PRIMO GIORNO DI FORMAZIONE Nessun costo verrà rimborsato in quanto la posizione non potrà essere rimpiazzata con l’inserimento di un’altra coppia.

COSTI ITALIA Prima tranche (50%)

Il 50% non è restituibile in quanto costo fisso per le procedure burocratiche di avvio del mandato, comunicazioni agli organi competenti, gestione database, ecc...

Il restante 50% dei costi Italia della prima tranche (A) potrà essere parzialmente restituito (vedi rigo successivo per la modalità di restituzione della seconda tranche).

COSTI ITALIA Seconda tranche (saldo)

L’importo della seconda tranche (B) va cumulato al 50% della prima tranche (A) e potrà essere parzialmente restituito  (A+B= C), il totale C sarà suddiviso in 24 quote (D) e l’ente tratterrà il numero di quote pari ai mesi dal conferimento del mandato al mese della revoca o dismissione del mandato (Y).

Calcolo da effettuare: A (50%della prima tranche) + B (seconda tranche) = C C : 24 (quote) = D DxY C - Y (n.mesi dal conferimento alla revoca) = quota da restituire

COSTI ESTERO Prima trance (anticipo)

Non è mai restituibile.

COSTI ESTERO Seconda trance (50% residuo)

Non è mai restituibile.

COSTI ESTERO Terza trance (saldo)

SE NON SI CONCLUDE L'ADOZIONE Verrà restituita la parte di costi non utilizzata dal referente.

Misure di sostegno pubblico vigenti

In caso di necessità la famiglia può rivolgersi, oltre che agli esperti NAAA, all’équipe socio-assistenziale dell’ASL di riferimento.

Pagina: 1 di 1