19
ott
2021
  • NAAA App
NAAA Onlus

È un forte vento che passerà TERZO AGGIORNAMENTO

Aggiornamento dai paesi sull’emergenza COVID 19

È un forte vento che passerà TERZO AGGIORNAMENTO
Foto: Situazione sanitaria Covid 19
17 apr 2020

Continuano ad arrivarci aggiornamenti dai Paesi, oggi parliamo di Haiti, Federazione Russa e Pakistan

Haiti

Prima di tutto, vorrei esprimere la mia sincera solidarietà a tutti voi che in un modo o nell’altro siete stati colpiti dal Covid 19. Un pensiero speciale a coloro che non ce l’hanno fatta.
Questa crisi ci ha colto di sorpresa. Sfortunatamente noi assistiamo impotenti ad un cambiamento drastico nel corso delle nostre vite indipendentemente dalla nostra volontà.
Speriamo che gli scienziati trovino presto un vaccino e che si possa ritornare alla nostra vita normale.
Qui ad Haiti, al 10 Aprile 2020, 30 casi di Coronavirus inclusi 2 decessi sono stati confermati dalle autorità sanitarie. Le scuole e la maggior parte delle aziende private hanno sospeso le loro attività per paura della diffusione della malattia. Le istituzioni pubbliche continuano ad essere operative ma con un numero ridotto dell’organico. Alcuni dei loro impiegati sono stati licenziati ed altri lavorano da casa.
Il Governo ha preso severe misure per limitare il numero delle vittime, come: coprifuoco dalle ore 08.00 pm alle 05.00 am, distanza sociale, confinamento… Purtroppo queste misure fanno fatica ad essere rispettate da momento che la maggior parte della popolazione vive alla giornata. La realtà per le strade di Port Au Prince non riflette la volontà del Governo. I mercati pubblici sono affollati. La distanza sociale non viene rispettata negli spazi pubblici e sui trasporti pubblici. Quel che è peggio è che molte persone non credono nell’esistenza del virus sul territorio. Molti credono che il Governo stia utilizzando la malattia come un’opportunità di corruzione.
Migliaia di contagi e di morti sono attesi nei prossimi giorni. Purtroppo, molti membri del personale medico stanno fuggendo dagli ospedali anche per paura di essere infettati, a causa della mancanza delle attrezzature adeguate.
Noi in orfanotrofio prendiamo tutte le misure necessarie per proteggere i bambini e il personale. Abbiamo comprato mascherine, soluzioni idroalcoliche, vitamina C ed ogni altro prodotto che potrebbe aiutare a prevenire la malattia. Abbiamo anche ridotto il nostro staff per evitare una alta concentrazione di persone. Tutte le visite dei genitori biologici sono al momento vietate.
Continuare a rispettare le linee guida per proteggere le nostre vite e le vite degli altri.

Federazione Russa

In Russia tutto è tranquillo e non c'è panico. La gente segue le istruzioni prescritte e le raccomandazioni. L'attività continua.
Aspettiamo l'apertura delle frontiere per accogliere le famiglie italiane in Russia.

Pakistan

Speriamo che tutto vada bene per te e per tutti i bambini che sono stati adottati dal Pakistan. Abbiamo una grande preoccupazione specialmente per l'Italia e per tutto il popolo e le famiglie italiane.
Leggiamo notizie di un gran numero di morti e siamo estremamente tristi e preghiamo affinché Dio benedica l’Italia e guarisca tutti i malati che stanno combattendo contro il COVID 19.
Preghiamo che Dio vinca questa malattia.
Vi auguriamo una felice Pasqua di amore.