06
ott
2022
  • NAAA App
NAAA Onlus

Finalmente tu!

Finalmente tu!
04 mag 2016

La nostra storia con NAAA inizia nel 2014... quando a febbraio conferiamo il mandato all'ente. Sapevamo che da qualche parte nel mondo c'era nostro figlio...un mondo che seppur così grande diventava ogni incontro sempre più piccolo! I tempi di attesa e i costi, l'età e le condizioni di questi bimbi, i viaggi e la permanenza all'estero, i rischi sanitari e lo scontrarsi con i propri limiti...

Tutto questo per arrivare in Perù... già nel cuore, forse, prima ancora che diventasse il Paese di nostro figlio! A gennaio 2015 finalmente riceviamo l'idoneità e proprio lo stesso mese nostro figlio viene dichiarato adottabile... forse una semplice coincidenza... a noi piace pensare che stesse aspettando proprio noi!

Dopo pochi mesi, il 6 maggio 2015, la tanto attesa telefonata! Il tempo di tradurre tutta la documentazione e finalmente conosciamo nostro figlio, la sera stessa accettiamo l'abbinamento e diventiamo genitori! L'11 maggio 2012 lui, a soli 2 giorni, era entrato in istituto... l'11 maggio 2015, dopo esattamente 3 anni, aveva trovato mamma e papà... o forse noi finalmente avevamo trovato lui dopo averlo cercato per così tanto tempo!

E così iniziamo a prepararci per il viaggio della vita e il 13 giugno prendiamo l'aereo per Lima ancora increduli che “toccasse” noi e qualche giorno dopo partiamo per Ayacucho! Incredibili quei giorni, indescrivibili a parole tutte le emozioni vissute...

Il 16 giugno finalmente lo vediamo per la prima volta: seduto in un angolino, sul pavimento del cortile dell'istituto, pantaloncini di velluto e scarpine beige, camicina a righe blu e gilettino rosso... eccolo lì... con i suoi grandi occhioni scuri, ci guarda, impaurito, emozionato... noi più di lui... con le sue piccole manine scarta il nostro regalino, le bolle di sapone lo conquistano e riusciamo così a strappargli i primi meravigliosi sorrisi che oggi riempiono di gioia le nostre giornate!!! Si lascia andare, si abbandona fra le nostre braccia, le braccia di due estranei ancora, ci aspetta alla finestra e a modo suo ci chiede di portarlo via!

Inizia così la nostra vita a tre, fatta di conquiste ogni singolo giorno! Pian piano il senso di responsabilità si trasforma nel sentirlo figlio, il prendersi cura di lui diventa amarlo, con i giorni che passano costruiamo la nostra quotidianità, ci scopriamo come genitori, impariamo da lui, cresciamo insieme, ci conosciamo e diventiamo famiglia! Lo diventiamo in Perù, quel Perù che non vedevamo l'ora di lasciare dopo quasi due mesi lontani da casa e che oggi invece ci manca! Quel Perù in cui abbiamo gettato le fondamenta di quella che è la nostra famiglia e sulle quali oggi costruiamo mattoncino per mattoncino la nostra vita insieme!

Ecco la nostra storia, forse come tante altre, fatta di “desiderio, consapevolezza e attesa”...

Desiderio di un figlio, di essere genitori e di sentirsi finalmente chiamare “mamita” e “papito”... Consapevolezza dei propri limiti come persone e come coppia...

Attesa di lui, lì da qualche parte nel mondo, che aspettava soltanto noi... E oggi tutto quello che è stato ha finalmente un senso: noi eravamo per lui e lui era per noi! Ora lo sappiamo!

Non possiamo non dire grazie a Monia, Sarah ed Elisabetta per tutto il supporto che hanno saputo darci!

Un grazie particolare al “tio” Hugo... per la sua professionalità e soprattutto per il suo grande cuore!!

Un grazie speciale alle nostre famiglie per quello che hanno fatto e fanno per noi e per il loro nipotino!

By Pietro, Lidia Maria e Jesus Emanuel