22
set
2021
  • NAAA App
NAAA Onlus

Il NAAA non si ferma più e arriva anche in Sicilia

02 dic 2013
A partire dal 1° dicembre sarà attivo il nuovo info point di Palermo."Infopoint

Dopo le recenti aperture degli info point in Liguria ed in Campania, il NAAA approda anche in Sicilia. A partire dal 1° dicembre, infatti, sarà attivo anche il nuovo punto informativo di Palermo. Un'iniziativa resa possibile grazie all'impegno di Paola Pedone, giovane avvocato che da poco si è avvicinata al mondo dell'adozione internazionale e del sostegno a distanza. "Sono temi che mi hanno sempre interessato – racconta la neo responsabile dell'info point siciliano – e, dopo che una coppia di amici ha adottato un bambino dell'est Europa, ho potuto vedere da vicino quali sono le problematiche che i neo genitori possono riscontrare e ho deciso di mettermi in gioco. Così sono venuta a contatto con il NAAA e, dopo aver conosciuto la responsabile della sede di Roma, Alessandra Di Sarno, ho poi avuto il piacere di incontrare anche la presidente Maria Teresa Maccanti: siamo subito entrate in sintonia e, insieme, abbiamo voluto dare il via a questa nuova avventura. Sarà sicuramente una sfida impegnativa, tutt'altro che semplice, ma sono davvero molto motivata".

Salgono così a cinque i punti informativi presenti su tutto il territorio nazionale: dopo quelli dell'Emilia Romagna e della Puglia, si sono aggiunti quelli in Liguria ed in Campania e, per ultimo, quello in Sicilia. Non vanno dimenticate poi le sedi in Piemonte, Lombardia, Trentino Alto Adige, Marche, Lazio, Puglia e Sardegna. "Già in passato abbiamo avuto la fortuna di lavorare insieme ad alcune coppie siciliane – afferma la presidente del NAAA, Maria Teresa Maccanti – e abbiamo trovato delle persone fantastiche, che hanno dimostrato un'apertura all'accoglienza superiore rispetto ad altre. Ho molta fiducia nel lavoro di Paola: gli avvocati che si occupano di diritto di famiglia hanno una sensibilità maggiore. E in più ben vengano i giovani: non solo per l'entusiasmo che ci mettono, ma anche perché hanno una vita davanti per poter svolgere una formazione specifica per lavorare insieme alle coppie. Qui da noi ci sono tutti i mezzi per poterli aiutare ad acquisire quella professionalità da mettere a disposizione dei futuri genitori, oltre che naturalmente dei bambini".