06
dic
2021
  • NAAA App
NAAA Onlus

"La nostra Maria? E' come se fosse sempre stata con noi"

La storia dei coniugi Bianchi, che hanno accolto una splendida bimba dalla Russia.

20 ott 2014

E’ impossibile non innamorarsi della piccola Maria. Una bellissima bambina bionda dal viso angelico che da pochi mesi è entrata nelle vite di Federico Alfredo Bianchi e Francesca Guidi, rispettivamente 44 e 42 anni, di Roma. “Quando l’abbiamo incontrata per la prima volta è stato subito amore a prima vista – affermano i due neo genitori – aveva soltanto un anno e tre mesi ed era la mascotte dell’istituto in cui si trovava. E già non vedevamo l’ora di abbracciarla e di tornare tutti insieme in Italia”.

Tutto ha avuto inizio qualche tempo fa, quando i due giovani sposini bussano alla porta della sede di Roma. “Dopo aver ottenuto il decreto di idoneità abbiamo voluto conoscere il NAAA – proseguono Federico e Francesca – e abbiamo apprezzato soprattutto la serietà dell’avvocato Alessandra Di Sarno e della psicologa Sandra Stanisci. Ci eravamo guardati attorno, partecipando agli incontri informativi di altri tre enti, ma non abbiamo ma avuto dubbi su a chi affidarci per il nostro percorso adottivo”.

Così, incontro dopo incontro, si avvicina sempre di più il momento di preparare le valigie e partire verso l’est Europa, ovvero verso la Russia. “Le difficoltà ci sono state, ma le si mettono in conto – affermano i due coniugi – serve però una grande determinazione per poter arrivare fino in fondo. E’ giusto dire che abbiamo avuto un ottimo supporto, sia in Italia che in Russia, non siamo mai stati lasciati soli”.

Poi l’arrivo in Russia e l’incontro con la piccola Maria. “Abbiamo trovato un istituto accogliente, pulito e in ordine – ci tengono ad evidenziare Federico e Francesca – e soprattutto un personale gentile, disponibile e molto affettuoso con i bambini. Ma il nostro sogno era quello di poter abbracciare quella bimba che sarebbe diventata nostra figlia: e quel sogno è diventato realtà”.

Oggi Federico, Francesca e Maria sono una famiglia. Che ha partecipato insieme al NAAA alla seconda edizione di “Correndo per l’adozione” , a Roma. “Tornassimo indietro forse valuteremmo la possibilità di accogliere anche più bambini – concludono – ma siamo già al settimo cielo per l’arrivo della nostra piccola. E’ una bimba intelligente, affettuosa e molto dolce: è come se fosse sempre stata con noi”.