28
nov
2021
  • NAAA App
NAAA Onlus

Primo semestre 2015, adozioni in crescita del 4 per cento

Sono 54 i minori arrivati in Italia dal 1° gennaio al 30 giugno: 7 in più rispetto al 2014

Primo semestre 2015, adozioni in crescita del 4 per cento
03 lug 2015

Crescono le adozioni nel primo semestre del 2015. Sono 54 i bambini che, dal 1° gennaio al 30 giugno, hanno trovato una nuova famiglia, 7 in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, grazie al NAAA. Un aumento che sfiora il 4 per cento: un dato positivo, in controtendenza rispetto alla media nazionale. L’est Europa si conferma essere l’area geografica da dove arrivano il maggior numero di minori: 18 quelli provenienti dalla Federazione Russa e 14 dalla Polonia. Sul gradino più basso del podio c’è la Cina, con 9 bambini adottati dall’inizio dell’anno. Subito dopo c’è il Vietnam con 4 minori, l’Ucraina con 3, il Cile e la Repubblica Dominicana con 2, la Bulgaria e il Perù con 1. L’età media dei bambini arrivati in Italia è di 5 anni, mentre il tempo medio di attesa per le coppie è stato inferiore ai 10 mesi: ce ne sono voluti poco più di 5 in Polonia, 6 nella Federazione Russa, 8 in Cina, 10 in Perù e 18 in Cile. A questi numeri vanno aggiunti i 40 abbinamenti di minori che, nei prossimi mesi, troveranno una nuova famiglia. Senza dimenticare le 12 segnalazioni (4 dal Cile, 4 dalla Cina e 4 dal Vietnam), che sono in attesa di essere formalizzate. Dati che si possono leggere nel dettaglio grazie alla tabella, aggiornata costantemente, pubblicata sul nostro sito alla voce statistiche. Ci sono, però, ancora tanti bambini che aspettano il loro futuro papà e la loro futura mamma: continuano ad arrivare diverse segnalazioni dalla Federazione Russa, Paese da cui – fino ad oggi – sono arrivati 223 minori e dove i tempi medi di attesa sono inferiori ai due anni.