29
giu
2022
  • NAAA App
NAAA Onlus

Il Mercatino Solidale arriva anche a Samugheo

Sarà possibile donare vestiti o giocattoli, che verranno destinati alle famiglie bisognose

Il Mercatino Solidale arriva anche a Samugheo
Foto: I volontari del Mercatino Solidale di Ciriè, in Piemonte, dove l'iniziativa è già attiva
31 ott 2015

Dare un aiuto a chi si trova in difficoltà. Dopo l’accordo siglato in Piemonte tra il NAAA e il Centro per la Famiglia di Ciriè, il Mercatino Solidale arriva anche in Sardegna. La sede di Samugheo, grazie all’impegno dei volontari, lancia un appello: chiunque avesse vestiti o giochi di seconda mano ma in buono stato, ormai inutilizzati, può donarli a chi oggi fatica ad arrivare alla fine del mese. E’ possibile quindi consegnare ogni tipo di vestiario, come cinture, pantaloni, vestitini, gonne, maglioni, costumi di carnevale, calze in spugna, calze mutande, scarpe, berretti invernali, sciarpe, guanti, copertine, grembiuli per l’asilo, pantofole, lenzuola, ma anche giochi come puzzle, costruzioni, libri, animali di gomma, giostrine. Ma non solo: i volontari ritirano anche carrozzine, seggiolini per auto, seggioloni per pappe, girello, materiale scolastico (squadrette, gomme, righelli, pastelli, colori, quaderni) e culle. Dopo aver racimolato tutto ciò che si desidera donare (possibilmente racchiuso dentro una scatola se si tratta di vestiario e giochi), ci si può recare presso casa Mura (di fronte la scuola materna), a Samugheo, e depositare il materiale all’interno dell’edificio, al primo piano. Successivamente il personale lo collocherà nei vari scafali e sugli appendi abiti, per poi essere messo a disposizione di tutti. “Lo scopo è limitare le spese – spiega il responsabile della sede NAAA di Samugheo, il dottor Antonio Urru considerando il periodo di crisi economica che coinvolge tutti, anche perché i bambini crescono di giorno in giorno così come le loro necessità. Con un piccolo gesto possiamo dare a tutte le persone la possibilità di usufruire di abiti, giochi e altro di seconda mano, purché in buone condizioni”. Per maggiori informazioni, è possibile rivolgersi a Brunella Dana Battilà, telefonando al 348.5830610. Tutti gli interessati possono presentarsi a casa Mura, in via Principe Amedeo 6, tutte le domeniche dalle 9 alle 12.