24
feb
2024
  • NAAA App
NAAA Onlus

Un gol per la Cambogia: il secondo torneo Fiano Plus è un trionfo

Parte dei proventi della kermesse sarà devoluta al progetto "School with sport"

Un gol per la Cambogia: il secondo torneo Fiano Plus è un trionfo
Foto: Lo staff del NAAA allo stand allestito in occasione delle finali di domenica 5 giugno al Plus Center
06 giu 2016

Calcio e solidarietà, un binomio che si conferma vincente. Cala il sipario sulla seconda edizione del torneo Fiano Plus, rivolto alla Scuola Calcio: sedici le squadre – suddivise tra le categorie Esordienti 2004 e Pulcini 2007 – ai nastri di partenza, che domenica 5 giugno hanno sfidato quattro società professionistiche, ovvero Torino, Pro Vercelli, Alessandria e Internazionale. Per la cronaca sportiva, il successo è andato ai “Grigi” in entrambe le categorie. Ma a vincere è stato il pubblico, che con la propria generosità ha contribuito, anche quest’anno, a sostenere il progetto “School with sport” che il NAAA promuove da anni in Cambogia con l’obiettivo di facilitare, attraverso lo sport, l’accesso dei bambini e dei ragazzi all'educazione e alla reintegrazione nel sistema scolastico. Nel 2015 era stato possibile sostituire la rete di protezione del campo da calcio – realizzato nel 2012 grazie anche al contributo della Fondazione Podini – che si trova all’interno dell’istituto di Kompong Thom. In occasione della premiazione finale, il presidente del Fiano Plus, Diego Vacca, ha consegnato una targa ricordo alla responsabile Formazione, Claudia Perello, e al responsabile Post Adozione, Marco De Bastiani. Nei prossimi giorni verrà resa nota la cifra raccolta durante il torneo, che soprattutto in occasione delle finali ha visto una grande partecipazione non solo in campo, anche sugli spalti. Questa volta i proventi saranno destinati all’acquisto di scarpe e materiale vario come palloni, magliette, pantaloncini e calzettoni, che potranno essere utilizzati sia durante gli allenamenti che le partite ufficiali. “Grazie a tutti coloro che hanno dimostrato la loro generosità rispondendo positivamente al nostro appello – conclude il numero uno della società calcistica del Torinese – contribuendo così ad aiutare quei ragazzi decisamente meno fortunati dei nostri. Siamo contenti di aver rinnovato questa amicizia nata con il NAAA nel 2015, l’auspicio è che possa durare ancora a lungo”.