03
ago
2021
  • NAAA App
NAAA Onlus

Incontri informativi, le coppie sono sempre più soddisfatte

"La formazione on-line? E' determinante per il conferimento incarico"

Incontri informativi, le coppie sono sempre più soddisfatte
12 lug 2016

Sono sempre più soddisfatte le coppie in attesa che prendono parte agli incontri informativi organizzati dal NAAA in tutte e tredici le sedi presenti sul territorio nazionale. Dai 387 questionari raccolti nei primi sei mesi del 2016 su un totale di 537 persone coinvolte, il 53 per cento dei partecipanti ha dato un giudizio molto positivo (con un aumento del 3 per cento rispetto al 2015), mentre il 45 per cento ha espresso un voto positivo (-3 per cento rispetto all’anno precedente), mentre soltanto il 2 per cento ha evidenziato come il corso sia stato sufficiente, esattamente come dodici mesi fa. Chi decide di intraprendere il percorso adottivo deve affidarsi ad un ente autorizzato per proseguire il proprio cammino: il 57 per cento è venuto a conoscenza del NAAA attraverso internet (+4 per cento rispetto al 2015), percentuale a cui va aggiunta il 2 per cento dei social network e un altro 2 per cento tramite i forum (entrambe le voci erano ferme all’1 per cento). Quasi una persona su quattro (il 24 per cento, ovvero il 3 per cento in più di un anno fa) ha sentito parlare del NAAA tramite familiari, amici o conoscenti che hanno già accolto un bambino tramite l’ente. Il 7 per cento arriva tramite l’Asl di riferimento (era solo il 4 per cento nel 2015), mentre cala il numero di coppie che hanno conosciuto il NAAA grazie alla Cai, la Commissione per le Adozioni Internazionali (dal 19 all’8 per cento in un anno). Il motivo principale per cui le coppie hanno deciso di partecipare all’incontro informativo organizzato dal NAAA è l’ampia scelta tra i Paesi in cui l’ente è operativo, opzione scelta da quasi una persona su due (il 49 per cento, mentre nel 2015 erano il 55 per cento). Il 27 per cento delle persone sono state suggerite da amici, parenti o conoscenti (un anno fa erano il 19 per cento), mentre il 16 per cento è stato consigliato da famiglie adottive che in passato si sono affidate al NAAA e soltanto l’8 per cento ha scelto di partecipare per la vicinanza a casa (il due per cento in meno rispetto a dodici mesi prima). Piace sempre di più la formazione on-line, partita nella seconda metà del 2015, che oggi comprende il seminario “special needs” sui bambini con bisogni speciali e i moduli A e B, dove lo psicologo affronta insieme ai futuri genitori i possibili vissuti dei minori che arrivano dall’adozione: il 53 per cento dei partecipanti agli incontri informativi l’ha definita come “determinante” nella scelta del conferimento incarico, il 17 per cento in più rispetto allo scorso anno.